Guida Completa al Polline d'api e ai suoi Benefici

Cos’è il polline d'api?

Il polline d’api è il polline dei fiori che viene prelevato e trasformato in cibo dalle api mellifere e utilizzato come alimento principale per il nutrimento delle giovani api. E’ considerato uno degli alimenti più completi che si trovi in natura in quanto contiene tutti i nutrienti, inclusi quelli necessari all'uomo.

Ape durante raccolta del polline

Come viene prodotto il polline d'api?

Le api raccolgono il polline dalle antere (sacche piene di polline) delle piante, lo mischiano con una piccola dose secreta dalle loro ghiandole salivari e lo mettono in appositi contenitori (chiamati corbiculae) che si trovano nelle loro zampe posteriori. Dopodiché viene riportato all'alveare e stivato all'interno delle celle dei favi e rivestito da uno strato di miele e cera.

Che cosa contiene il polline d'api?

Oltre ad essere uno dei favolosi regali dell’alveare il polline d'api viene anche inserito nei prodotti dell’apiterapia per le sue proprietà benefiche.

I principali elementi contenuti nel polline d’api sono proteine e amminoacidi, lipidi e zuccheri. Altri componenti minori sono flavonoidi, vitamine, minerali, carotenoidi terpeni ed enzimi.

Le proporzioni di ogni ingrediente variano molto da polline a polline in base all’area di raccolta, alla flora circostante l’alveare, al periodo di raccolta (e quindi al perodo di fioritura delle piante).

» Tutti i trattamenti benefici dell'apiterapia

Più in dettaglio:

  • Il polline contiene tra 7,5% e 40% di proteine.
  • Tra gli zuccheri si registrano il fruttosio e il glucosio (dal 15 al 50%).
  • Il polline contiene 14 acidi grassi diversi.
  • Aminoacidi: tra i quali utili per l’uomo isoleucina, lisina, leucina, metionina, treonina, triptofano e valina.
  • Tra le vitamine più importanti quello del complesso B (B1, B2, B5, B6 , B12); vitamine A, C, D, E e K; acido folico; rutina and vitamina PP (Niacin).
  • Il polline d’api contiene 28 minerali (inclusi calcio, fosforo, magnesio, sodio, potassio, ferro, rame, zinco, manganese e selenio).
  • 11 enzimi e co-enzimi.
  • Composti fenolici (inclusi flavonoidi).
  • Il polline d’api ha un basso contenuto di grassi.

Lo sapevi che...

Il polline d’api contiene una percentuale maggiore di proteine della carne di manzo e ha nel contempo un basso contenuto di grassi.
E’ ottimo per chi osserva una dieta vegetariana o ha bisogno di un elevato apporto proteico.

Quali sono le proprietà benefiche del polline?

l polline d’api ha grandi proprietà benefiche per l’uomo grazie al suo contenuto di ingredienti altamente nutritivi. Viene usato come supplemento nutrizionale, come energizzante per migliorare le performance fisiche e mentali.

Ecco una lista completa dei benefici del polline:

  • Il polline per contrastare affaticamento e stress
    Il polline, utilizzato come integratore, aiuta a aumentare l’energia vitale nei casi di esaurimento nervoso, affaticamento, convalescenza, per contrastare la stanchezza cronica negli anziani. (1)
    Grazie all’alto contenuto di minerali e vitamine va a stimolare s il metabolismo e il Sistema nervoso centrale.
  • Il polline d’api può migliorare le performance sportive
    L'utilizzo di polline è molto diffuso tra gli atleti. Grazie ai suoi alti contenuti di minerali, vitamine ed amminoacidi, aiuta negli sforzi prolungati, aumenta la resistenza e facilita il recupero fisico. Inoltre aiuta anche ad aumentare la massa muscolare grazie agli alti contenuti proteici.
  • Il polline combatte l’acne e l’invecchiamento cutaneo
    Il polline d’api, come comprovato da studi, ha la capacità di migliorare lo stato di salute della pelle, rendendola più luminosa e rivitalizzata grazie ai suoi contenuti antiossidanti.
    Secondo uno studio del dermatologo svedese Dr. Lars-Erik Essen, il polline d’api ha degli effetti benefici importanti sull’acne e contrasta la formazione di rughe (grazie al suo effetto idratante sulle cellule). Sia che sia assunto oralmente o applicato sulla pelle sotto forma di cosmetico aiuta a ringiovanire la pelle e a darle un aspetto sano perché contiene un alto livello di acidi nucleici DNA (acido deossiribonucleico) e RNA (acido ribonucleico).
    Sembra inoltre avere una buona efficacia nel contrastare macchie e invecchiamento cutaneo.
  • Il polline ha effetti benefici sulle unghie e i capelli
    Grazie alla sua ricchezza di vitamine (A, B3, B8) e minerali come zolfo, ferro, zinco e agli amminoacidi combatte la caduta dei capelli e fortifica le unghie.
  • Il polline aiuta a contrastare le allergie
    Può sembrare strano, ma in naturapatia l’assunzione continua di piccole dosi di polline viene consigliata per prevenire e alleviare i disturbi creati da allergie ai pollini.
  • Il polline come riequilibrante del peso
    Il polline ha anche la proprietà di sopprimere l’appetito e aiuta ad aumentare il metabolismo. Grazie ad un alto contenuto di enzimi aiuta, inoltre, i processi digestivi
  • Il polline supporta il sistema cardiocircolatorio
    Grazie alla rutina e a i contenuto di flavonoidi e grassi polinsaturi il polline rinforza il sistema circolatorio. Aiuta a riequilibrare i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue e a ristabilire il rapporto corretto tra il colesterolo “cattivo” (LDL) e colesterolo “buono” (HDL).
  • Il polline aiuta il sistema immunitario
    L’assunzione prolungata di polline aiuta a migliorare le funzionalità del sistema immunitario, come confermato da test in laboratorio sui parametri ematochimici.
  • L'assunzione di polline contrasta l'osteoporosi.
    Secondo alcuni studi eseguiti in laboratorio dal Dr. Werner Salomon, un ginecologo di Amburgo, l'assunzione prolungata di polline d'api agisce sulla densità ossea e sull'osteoporosi durante il periodo climaterico della perimenopausa. Dopo 4 anni di studio ha potuto osservare che l'amministrazione di polline d'api non solo ha bloccato l'inizio dei processi di osteoporosi ma anche aumentato i valori di densità ossea.
  • Il polline ha proprietà antibatteriche
    Alcuni studiosi hanno dimostrato che che nel polline d'api sono presenti antibiotici naturali che inibiscono la proliferazione di molti batteri dannosi, come la salmonella

Raccolta, preparazione, conservazione e consumo della polline

Ape con polline

Come si raccoglie il polline?

Il polline in eccesso all'interno degli alveari viene raccolto dagli apicultori grazie a delle grate apposite posizionate all'interno dell'alveare stesso.

In quali preparati si trova in commercio il polline?

Il polline viene venduto principalmente allo stato naturale sotto forma di tanti piccoli granuli così come è stato prodotto dalle api.

Si può trovare anche in compresse o perle a dosaggi già prestabiliti.

Come si conserva il polline?

ll polline allo stato naturale si può conservare molto a lungo senza particolari precauzioni. Si è addirittura trovato in depositi fossili di milioni di anni fa! E’ comunque consigliabile tenerlo in un contenitore di vetro chiuso, al riparo da fonti di calore e di umidità.

Come e quando assumere il polline d’api?

Si consiglia l’assunzione del polline lontano dai pasti. La dose comune di solito è quella di un cucchiaino da the’ al giorno, fino a un massimo di 10 gr giornalieri.

Si può mangiare il polline così com’è oppure abbinandolo a un frullato, a del miele, con dello yogurt o come meglio si preferisce. Una volta inizia l’assunzione si consiglia di continuare per uno-tre mesi in base alle proprie necessità.

Quali sono i valori nutrizionali e le calorie del polline d’api?

Il polline d‘api è un alimento a basso regime calorico, con pochi grassi ma con un alto contenuto di proteine. Per questo è molto apprezzato per i suoi alti poteri nutritivi.

100 gr di polline equivalgono a 314 calorie. Di cui:

  • 43.5 gr di carboidrati
  • 4.1 gr di proteine
  • 4.9 gr di grassi

Da sapere!

La dose giornaliera di polline - un cucchiaino contiene:

  • Calorie 15.7
  • Carboidrati: 2.2 gr
  • Proteine: 1.2 gr
  • Grassi: 0.3 gr

Il polline d’api ha delle controindicazioni e degli effetti collaterali?

Le controindicazioni principali sono di solito legate a reazioni allergiche in soggetti di solito già predisposti. Chi per esempio soffre già di allergie ha più possibilità di registrare effetti collaterali.

Per monitorare eventuali reazioni allergiche occorre provare inizialmente ad assumere il polline in piccole dosi e vedere se ci sono reazioni. In caso negativo allora si può piano piano arrivare a prendere la quantità giornaliera consigliata.

Alcuni effetti collaterali possono consistere in: tosse allergica, pizzicore alla gola e arrossamenti cutanei.

Domande frequenti sul polline

Come posso comprare un polline dalla qualità certificata?

Sul mercato esistono molti pollini di origini non controllate, specialmente nel caso di prodotti extracomunitari.

Per evitare di assumere del polline contaminato con pesticidi o altre sostanze tossiche è meglio quindi optare per un polline biologico di provenienza certificata.

I nutrienti del polline sono sempre uguali?

Gli ingredienti del polline d’api variano da alveare ad alveare, dalla sua zona di raccolta e dal periodo della raccolta, dal tipo di polline, dalle piante e dal periodo di fioritura.

Ogni polline registrerà quindi delle piccole variazioni a livello di contenuti nutrizionali, di colore e forma dei granuli.

Quanto polline dovrei prendere al giorno?

Le dosi consigliate sono da 1 a 10 gr al giorno in base alle proprie necessità.

Con che cibi posso assumerlo?

Il polline si adatta bene a tanti cibi. Provatelo su un frullato o con lo yogurt. Piacerà anche ai vostri bambini!

Il polline d'api fa ingrassare?

Il polline è un alimento altamente nutritivo ma non ipercalorico né ricco di grassi. Se si seguono le dosi giornaliere consigliate non si andrà a creare problemi a livello di aumento di peso.

Un cucchiaino da te’ di polline contiene un massimo di 16 calorie!

Esistono diversi tipi di polline?

Innanzitutto occorre dire che ogni polline ha le sue caratteristiche specifiche che variano dalla descrizione generale standard del polline.

Il polline quindi di una determinata area geografica o di un determinato habitat ecologico sarà diverso da quello di altre aree.

Grani di polline

Perché il colore dei grani di polline cambia?

Come avrete notato, i granuli di polline d'api non hanno mai la stessa forma e lo stesso colore. Queste variazione di colore dipendono dal tipo di piante e fiori da cui è stato raccolto.

In via di massima si possono associare i diversi colori ad alcuni fiori. Ad esempio il polline raccolto dai fiori di pero risulta essere di un giallo tendente al rosso, quello prelevato dalla borragine tende ad avere una colorazione grigio-blu.

Il polline d’api può causare allergia?

Alcune persone possono avere reazioni allergiche durante l'ingestione del polline. Solitamente si tratta di soggetti che soffrono già di altri tipi di allergie.

In caso abbiate dei dubbi, chiedete il parere del vostro medico.

Quanto polline produce una colonia d'api in un anno?

Secondo degli studi recenti, un alveare riesce a dare sui 7 kg di polline all'anno. Ogni giorno si riescono a prelevare dai 50 ai 250 gr di polline.

Il polline fa dimagrire?

Non ci sono prove scientifiche che il polline aiuti a perdere peso. Sicuramente però è un alimento che aiuta ad aumentare i livelli di energia e di benessere grazie al suo alto contenuto di vitamine, proteine e minerali.



(1)Komosinska-Vassev K, Olczyk P, Kaźmierczak J, Mencner L, Olczyk K. Bee Pollen: Chemical Composition and Therapeutic Application

Le Nostre Pubblicazioni

Vai alla news

Eventi e Manifestazioni

Tutti gli eventi

Seguici